Violenze e aggressioni, online corso Ecm Fad per professioni sanitarie, medici e assistenti sociali

Aggressività e violenza nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori dei servizi pubblici sono sempre più diffusi. Per queste ragioni la Fp Cgil ha deciso di avviare una campagna straordinaria sul tema, a partire dal lancio di un corso Ecm Fad dal titolo: ‘Violenze e aggressioni nei confronti del personale sanitario – La prevenzione e il contrasto alle aggressioni: al lavoro sicuri’.

Il corso da 15,6 crediti, gratuito per gli iscritti alla Fp Cgil e rivolto a tutte le professioni sanitarie, medici e assistenti sociali, è attivo da adesso fino al 31 luglio 2019 con iscrizione tramite la piattaforma: www.proteoformazione2.it/moodle. Il programma è diviso in quattro parti principali: un’introduzione generale che indaga il fenomeno dal punto di vista empirico e sociologico; una seconda parte relativa agli assistenti sociali; una terza parte in cui si analizzano tre case studies: esempi virtuosi di procedure per la prevenzione del fenomeno in Emilia-Romagna, Sardegna e Piemonte; una quarta parte in cui si trova la sintesi di report internazionali sul tema. Completa il programma un’ampia documentazione istituzionale (nazionale e internazionale) relativa a esperienze e progetti.

Parallelamente è scaricabile gratuitamente un utile e sintetico vademecum, sempre prodotto dalla Fp Cgil, dal titolo ‘Stop! Alle aggressioni al personale sanitario’. Una guida che tra le altre cose fornisce informazioni sul cosa fare in caso di probabile aggressione e cosa si chiede alle aziende in termini di tutela delle lavoratrici e dei lavoratori.

Vademecum Aggressioni

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

LA CGIL LOMBARDIA PRONTA A COSTITUIRSI PARTE CIVILE NELL’INCHIESTA SULLE VICENDE GIUDIZIARIE IN LOMBARDIA

L’inchiesta coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di
Milano, che ha portato in Lombardia a 43 arresti e a 95 indagati fra
politici, imprenditori e funzionari pubblici con accuse di corruzione
e legami con la ‘ndrangheta nell’ambito di un sistema diffuso di
appalti truccati, conferma quanto sia necessario alzare la soglia
d’attenzione e il livello dell’impegno delle istituzioni e della
società sul tema della legalità e del contrasto alla criminalità
economica e mafiosa, che appaiono sempre più convergenti in Lombardia.
Anche da questa inchiesta emerge una continua distorsione delle regole
del mercato del lavoro, della trasparenza e della correttezza
nell’aggiudicazione degli appalti, a scapito di una corretta
concorrenza tra imprese rispettosa delle norme e dei diritti delle
lavoratrici e dei lavoratori. Anche in ragione dei fatti di questi
giorni, esprimiamo forte preoccupazione rispetto al progetto del
governo di modificare il Codice degli appalti, prevedendo l’utilizzo
sistematico del ricorso al massimo ribasso, con il rischio di
facilitare corruzione e infiltrazioni mafiose. Per la Cgil Lombardia
sono evidenti i riflessi negativi sulle condizioni di lavoro, sulla
sicurezza e sulla stessa libertà sindacale, in un contesto di
economia pervasa da illegalità e corruzione. Per queste ragioni, la
Cgil Lombardia si riserva di valutare, alla luce di quanto emergerà
dalle indagini in corso, la costituzione di parte civile
nell’eventuale processo.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il primo intervento di Landini da Segretario Generale

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Landini: Una Cgil più unita e più forte per un Paese più giusto

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Rosy Bindi: Il valore e l’attualità delle nostre fondamenta istituzionali

Lectio magistralis in occasione del 40esimo anniversario del servizio sanitario nazionale. Il sindacato vivo e forte, speranza per l’Italia.

 

 

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Intervista a Susanna Camusso sulla manovra economica

Dopo le dichiarazioni molto critiche sulla manovra del governo che
sono state espresse dai gruppi dirigenti dei sindacati confederali già
prima di Natale, ieri il segretario generale Susanna Camusso è tornata
a parlare delle scelte del governo su Repubblica con una intervista a
cura di Luisa Grion. Ora il governo potrà dire “abbiamo fatto”, ma
nella realtà, reddito di cittadinanza e Quota 100 incideranno poco sui
due problemi che avrebbero dovuto affrontare: povertà e cancellazione
della legge Fornero. Ci siamo sui titoli, non sui contenuti e
l’impostazione di fondo mi sembra superata, conservatrice». Susanna
Camusso, leader della Cgil, premette che prima di dare il suo giudizio
definitivo sulle misure vuol aspettare il testo ufficiale, ma nella
bozza – precisa – ci sono incongruenze che «gridano vendetta». Continua a leggere

Pubblicato in CGIL | Lascia un commento

Lunga trattativa il 25 ottobre su articolo 40 e 86 del CCNL

Lunga e complicata la trattativa con la direzione della ASST in particolare sulla parte che riguarda l’articolo 86 e sulla interpretazione della direzione della parte che riguarda l’indennità  3 e 2 turni ….

la discussione continua il giorno 7 novembre

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

A Milano Landini unisce la Cgil: «Mescoliamoci»

«Questo congresso è sfortunato perché arriva dopo il direttivo di sabato». Il momento della Cgil era sintetizzato dalla battuta del segretario dei pensionati dello Spi di Milano Sergio Perino. E invece nella città di Susanna Camusso (presente in sala), proponendo come segretario quel Massimo Bonini che sabato aveva sottoscritto il documento dell’area pro-Colla, Maurizio Landini ha conquistato la platea della camera del lavoro più antica e importante d’Italia, ricostruendo quell’unità che pareva a rischio.

Dopo l’intervista-appello di Sergio Cofferati di ieri al manifesto, il clima in Cgil sembra improvvisamente migliorato. E ieri Landini nel suo intervento – terminato con una «standing ovation» – ha per la prima volta parlato in pubblico dell’indicazione ricevuta da Camusso nella segreteria di ormai tre settimane fa. «L’unità della Cgil c’è, non la dobbiamo costruire: è nel 98 per cento dei voti al documento “Il lavoro è” che è merito di tutti e che prevedeva un percorso fatto insieme, compresa la proposta fatta da Susanna che non riguarda solo una proposta nominativa ma è più complessiva a partire dalla contrattazione inclusiva e dalla necessità di cambiare in un processo di continuità».

Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

«Basta con le tensioni Landini scelta giusta per il futuro della Cgil»

Intervista a Sergio Cofferati. L’ex segretario difende la proposta della leader Camusso: «Colla è dirigente valido ma Maurizio può coagulare la sinistra». «La normale dialettica si è trasformata in contrapposizione: si rischia di produrre una frattura profonda tra i dirigenti e soprattutto di disorientare i lavoratori»
Prima di cominciare questa intervista Sergio Cofferati fa una «doverosa premessa». «Non sono mai intervenuto sulle vicende della Cgil in questi anni perché penso sia giusto così e per rispetto di quelli che sono venuti dopo di me. Questa volta mi sento di farlo perché davvero sono molto preoccupato».

Continua a leggere

Pubblicato in CGIL | Lascia un commento

Video-comunicato ZAMBARBIERI

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento